Chi vuole sposare mia mamma? su TV8 con Caterina Balivo, prima puntata 22 giugno 2022

Autore

Categorie

Condividi

Domani, mercoledì 22 giugno, in prima serata alle 21.30 su TV8 debutta Chi vuole sposare mia mamma?. Protagonisti del format prodotto da Blu Yazmine, una mamma single, un figlio o una figlia, 6 pretendenti. Alla conduzione, Caterina Balivo, al debutto sulla rete Sky, dopo oltre vent’anni di Rai.

6 puntate in onda in estate, per poi ritornare in autunno  

Chi vuole sposare mia mamma? andrà in onda per 6 puntate, ciascuna composta da due episodi. «La storia di ogni mamma si conclude in due serate», anticipa in conferenza stampa Antonella D’Errico, Executive Vice President Programming di Sky Italia. Dunque, nelle prossime settimane i telespettatori potranno seguire le vicende amorose di 3 mamme. TV8 fa sapere, però, che sono già state girate le nuove puntate, con due nuove protagoniste, che verranno trasmesse in autunno.  

Il meccanismo del format 

Il programma è ambientato in una villa tra Milano e Pavia, che per una settimana ospiterà la protagonista, il figlio o la figlia e i pretendenti, oltre a un maggiordomo investito di alcuni compiti, tra cui la consegna di lettere romantiche. Saranno tutti sotto lo stesso tetto, ma dovranno sottostare al regolamento del dating show. Gli incontri avverranno con certe modalità e solo in determinati momenti. Si inizia con un colloquio conoscitivo del pretendente al cospetto di mamma e figlio o figlia. È il momento delle prime domande, ma soprattutto del primo impatto. Non solo sulla madre, ma anche e soprattutto sulla persona seduta al suo fianco. 

I figli, infatti, avranno un ruolo cruciale in Chi vuole sposare mamma?. Non saranno semplici consiglieri, ma dovranno eliminare uno dei sei uomini accorsi. Alla fine di ogni giornata, verrà fatto fuori un pretendente. Una volta nel corso della settimana la scelta sarà operata dal figlio o dalla figlia, che avrà dunque il destino della madre nelle proprie mani. Farà la scelta giusta? 

Caterina Balivo si dice certa che, in qualche caso, i figli abbiano sbagliato scelta. «Lì capisci quanto il figlio veda in maniera diversala madre», dice. «La mamma cambia quando un figlio non c’è», prosegue, puntando l’accento sul bisogno di libertà della protagonista. «Alcune volte diventano padroni della vita della mamma e a un certo punto (la mamma, ndr) se ne vuole liberare perché capisce che è troppo». Non soltanto la ricerca dell’amore, quindi, ma anche una fotografia dei rapporti genitori-figli, specialmente quando di mezzo ci sono i sentimenti verso una persona terza. 

Chi sono le protagoniste di Chi vuole sposare mia mamma? 

Le concorrenti hanno tra i 40 e i 60 anni. Arrivano da tutta Italia e hanno alle spalle storie diverse. «Queste donne hanno un rapporto speciale con i figli, ormai maggiorenni», aggiunge la produttrice, Ilaria Dallatana. Inoltre si riproporrà il classico schema «il porto sicuro o la storia burrascosa». In questo dualismo, sarà l’intervento dei figli a decidere da che parte indirizzare la madre. 

Il ritorno di Caterina Balivo alla conduzione 

Con Chi vuole sposare mia mamma? Caterina Balivo torna alla conduzione a due anni dalla chiusura di Vieni da me. «Sono abituata alle dirette. Qui è tutto diverso, tutto nuovo», confessa in conferenza. «Sono state settimane bellissime, con una produzione che mi sembrava di conoscere da sempre. Merito di Ilaria e di una squadra che ha fatto famiglia».

In merito ai protagonisti rivela: «Hanno davvero voglia di mettersi in gioco. Queste mamme hanno tutte un mondo da raccontare e più di una volta mi sono commossa. Vedere fallire una storia non piace a nessuno e quindi hanno tutte un vissuto di sofferenza. Però c’è quella voglia di innamorarsi ancora».

Sulle modalità del dating show, la conduttrice si dice piacevolmente colpita dal ritorno del corteggiamento. «Perché non succede più? Se la storia va avanti, sono quelli i bei momenti da ricordare. La vita è un romanzo, è bello ricordare quello che succede prima. Non è essere all’antica, ma a me piace vivere la vita». 

scritto da

Share

>