Chiami il mio agente, in arrivo la 5 stagione e il film

Autore

Categorie

Condividi

Chiami il mio agente avrà una quinta stagione e un film. La notizia arriva da Variety. Secondo la testata statunitense, la serie francese di France Télévisions, disponibile su Netflix e incentrata sul dietro le quinte dello star system, avrà un seguito su due fronti: il prosieguo della storia in episodi e lo spin-off.

Gli sceneggiatori sarebbero già al lavoro per lo sviluppo del film, le cui riprese dovrebbero cominciare a fine 2021 o inizio 2022. In forse la data di partenza a causa degli impegni di Camille Cottin, l’attrice che interpreta Andrea Martel. Successivamente si tornerebbe sul set per la quinta stagione.

Prima il film, poi la quinta stagione

Nel primo caso, la storia ripartirebbe dalla fine della quarta stagione di Dix Pour Cent (titolo originale), ovvero dal momento in cui per tutta l’agenzia inizia una nuova fase. Nel secondo, dal punto in cui si conclude il film.

Stando ai rumors, la produzione starebbe vagliando diverse linee narrative, tra cui una ambientata a New York. Ambientazione a parte, la speranza è di ritrovare sul piccolo e grande schermo tutto il cast al completo, insieme alle guest star che hanno partecipato alla serie nel corso delle quattro stagioni. Alcuni nomi per tutti: Monica Bellucci, Charlotte Gainsbourg, Jean Reno, Sigourney Weaver, Isabelle Huppert.

Un successo internazionale

In onda dal 2015 su France 2, Chiami il mio agente/Call my agent è diventato un successo internazionale in seguito al passaggio su Netflix. La storia ruota attorno alla vita caotica e stressante all’interno di un’agenzia per artisti. Eventi, interviste, provini, successi e fallimenti: sono questi gli elementi che scandiscono le giornate dei protagonisti, in cui vita privata e vita professionale si mischiano, spesso alterando gli equilibri.

Non solo. La carta vincente che ha contribuito al trionfo planetario è l’aver mostrato un mondo sconosciuto ai più con i suoi pregi e i suoi difetti. Chiami il mio agente umanizza gli attori, mostra gli aspetti peggiori delle star, ma anche le relative insicurezze e le fragilità. Allo stesso tempo, racconta la vita degli addetti ai lavori, assunti per sopportare le bizze o per infondere sicurezza, a seconda dei casi, spesso rinunciando a un pezzo della propria libertà. Insomma, Dix Pour Cent ha introdotto un nuovo modo di raccontare cosa si nasconde dietro la patina di lustrini e paillettes che connota da sempre lo star system.

scritto da

Share