Drusilla Foer a Sanremo 2023? «Se mi invitano, vado»

Autore

Categorie

Condividi

Il Festival di Sanremo 2023 ha la sua prima ospite? Forse. Drusilla Foer si dice disposta a calcare per il secondo anno di fila il palco de Teatro Ariston. L’occasione per parlare della 73esima edizione della kermesse arriva su R101, nel programma Facciamo finta che, condotto da Maurizio Costanzo e Carlotta Quadri.

‘Tornerà a Sanremo?’, chiede Costanzo. Benché manchino ancora otto mesi all’inizio della settimana sanremese, la risposta è tutt’altro che sibillina. ‘Se mi ci invitano, io vado’, dice. ‘Una capatina ce la farei volentieri. Tendo a non autoinvitarmi’, aggiunge. Lavori in corso o un messaggio neanche troppo criptico indirizzato al conduttore e direttore artistico Amadeus?

La bravura di Drusilla Foer

Non è ancora dato sapere se qualcosa bolle davvero in pentola. Quel che è certo è che a Sanremo 2022 Drusilla Foer, alter ego di Gianluca Gori, ha dato prova di meritare appieno il palco del Teatro Ariston. L’abito della co-conduttrice le è calzato a pennello dall’inizio alla fine della serata che l’ha vista protagonista. Padrona della scena, capace di cambiare registro a seconda delle esigenze, ha saputo presentare, cantare, recitare, improvvisare. Tutto ciò che è richiesto a chi accetta di mettersi in gioco al Festival.

Il suo eventuale ritorno a Sanremo 2023 potrebbe fungere da ulteriore riconoscimento dopo la consacrazione. Una consacrazione già premiata dalla Rai con la decisone di affidare L’almanacco del giorno dopo, attualmente in onda su Rai 2 nell’access prime time.

Per la prossima edizione, Maurizio Costanzo le suggerisce di presentarsi in compagnia di Topo Gigio, suo sodale nell’Almanacco. ‘Topo Gigio è uno degli incontri importanti della mia vita’, ribatte Drusilla. Inoltre, aggiunge che se dovesse salire nuovamente sul palco dell’Ariston, canterebbe una canzone in particolare: ‘Ti lascerò’, di Fausto Leali e Anna Oxa.

La palla passa ad Amadeus

Vi è da dire che, dal 2020 a oggi, Amadeus ha scelto al suo fianco donne sempre diverse. Nessuna delle co-conduttrici del Festival ha fatto il bis. L’unico ad accompagnarlo in tutte e tre le edizioni fino ad ora condotte è stato Fiorello. Il secondo atto di Drusilla Foer sarebbe una novità, ma, considerando il successo ottenuto fino ad ora, non impossibile.

scritto da

Share

>