E’ stata la mano di Dio candidato ai Premi Oscar 2022, Paolo Sorrentino ci riprova

0
è stata la mano di dio filippo scotti toni servillo cast oscar 2022
Premi Oscar 2022, E' stata la mano di Dio candidato come Miglior Film Internazionale. Nel cast, Toni Servillo e Filippo Scotti (in foto)

Paolo Sorrentino ci riprova. E’ stata la mano di Dio è candidato ai Premi Oscar 2022 come miglior film internazionale (Best International Feature). La pellicola, uscita al cinema il 24 novembre 2021, è disponibile su Netflix dallo scorso 15 dicembre. Il regista ha già vinto un Premio Oscar nel 2014 con La grande bellezza e adesso punta a fare il bis. Fanno parte della cinquina anche i film Drive My Car per il Giappone, Flee per la Danimarca, Lunana per il Buthan e, infine, La Persona peggiore del mondo rappresenterà la Norvegia.

La trama di E’ stata la mano di Dio

E’ stata la mano di Dio è il film della maturità di Sorrentino. Nelle oltre due ore di pellicola, fotografa un momento della sua vita che ha rappresentato il primo giro di boa: la morte dei genitori. Il racconto è incastonato in un affresco della Napoli di fine anni ’80, una città in fibrillazione per l’arrivo di Diego Armando Maradona, il calciatore diventato uno dei simboli del capoluogo campano.

Il suo alter ego è Fabio Schisa, interpretato da un magistrale Filippo Scotti (visto a Sanremo 2022 accanto a Marco Mengoni nel discorso contro gli haters). Fabio è un adolescente introverso che ascolta e osserva il mondo che gli ruota attorno. Un mondo composto da un esteso parentado e da pochi, ma fidati amici. Ha un sogno, Fabio, diventare regista, ma è un sogno troppo grande perché diventi realtà e l’unica persona alla quale lo confida è la zia Patrizia, interpretata da un’eccellente Luisa Ranieri.

E’ un viaggio a ritroso quello che Paolo Sorrentino compie per raccontare l’attimo in cui la sua vita è cambiata irrimediabilmente. Dopo lo smarrimento iniziale, per Fabio la scomparsa di Saverio (Toni Servillo) e Maria (Teresa Saponangelo) segna un nuovo inizio. Il momento in cui deve diventare grande e imparare a stare al mondo con le sue sole forze. Impresa non facile, ma frutto di una volontà superiore che non l’ha punito, ma anzi l’ha salvato dalla morte. ‘E’ stato lui che ti ha salvato’, gli dice lo zio al Funerale, ‘è stata la mano di Dio’. Il riferimento è al suo rifiuto di seguire i genitori nella casa in montagna a Roccaraso. La casa che ne ha provocato la morte in seguito a una fuga di monossido di carbonio.

è stata la mano di dio premi oscar 2022 film sorrentino cast filippo scotti
Filippo Scotti in una scena di E’ stata la mano di Dio, film di Paolo Sorrentino candidato ai Premi Oscar 2022 come Miglior Film Internazionale

Il cinema come via di fuga

E’ stata la mano di Dio è anche un omaggio al cinema, in particolare a uno dei suoi più grandi Maestri: Federico Fellini, evocato più volte nel corso della pellicola. L’omaggio a Fellini si collega alla voglia di Sorrentino di fare cinema. Un bisogno ancestrale che si impadronisce di Fabio e che scaturisce dalla perdita. ‘La vita, ora che la mia famiglia si è disintegrata, non mi piace più’, dice al regista Capuano. ‘Non mi piace più, ne voglio un’altra immaginaria uguale a quella che tenevo prima. La realtà non mi piace più, la realtà è scadente, ecco perché voglio fare il cinema‘. Ed è qui che Capuano pronuncia la frase entrata nel linguaggio comune: ‘Non ti disunire. Non ti disunire mai’.

Il cast di E’ stata la mano di Dio

In E’ stata la mano di Dio vi è tutto il mondo di Paolo Sorrentino. Un mondo in cui il peso della famiglia, delle origini, si mischia alla ricerca di risposte nell’onirico che da sempre caratterizzano il suo modo di fare cinema.

Il cast brillante aggiunge valore a quello che di per sé è già un film di spessore. Accanto a Filippo Scotti, Toni Servillo, Teresa Saponangelo e Luisa Ranieri, vi sono Massimiliano Gallo (nei panni di Franco), Renato Carpentieri (Alfredo) e Cristiana Dell’Anna (la sorella di Armando). Ancora, Roberto De Francesco è Geppino, Monica Nappo è Silvana, Enzo Decaro un indecifrabile San Gennaro e Biagio Manna interpreta Armando.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui