Gabriel Garko si confessa a Verissimo, dall’addio a Gabriele Rossi al nuovo amore

Autore

Categorie

Condividi

Dopo la sofferta partecipazione al Grande Fratello VIP 5, Gabriel Garko si confessa nel salotto di Verissimo. Nell’intervista rilasciata a Silvia Toffanin, in onda sabato 3 ottobre, per la prima volta parla della propria vita privata. ‘Ho avuto la mia prima vera storia d’amore con un ragazzo di nome Riccardo. Sono stato con lui undici anni’, dice.

L’affetto per Eva Grimaldi

Dopo anni di rumors, l’attore decide di fare un vero e proprio coming out e rispondere in prima persona alle domande di cui la conduttrice si fa portavoce. Tra le storie vissute sotto i riflettori, ricorda quella con Eva Grimaldi. ‘Abbiamo vissuto otto anni insieme’, dice, ‘Siamo stati una coppia, forse mancava solo il sesso tra noi. Ci siamo aiutati e sostenuti a vicenda. L’ho amata tanto, ma non come la gente poteva immaginare e probabilmente, come persona, l’avrei potuta sposare davvero’.

L’addio a Gabriele Rossi e il nuovo amore

Conferma, poi, la storia con il collega Gabriele Rossi, con il quale è stato spesso fotografato. ‘La storia con Gabriele si è conclusa, ma siamo rimasti in ottimi rapporti. Ci sentiamo tutti i giorni e forse ci vogliamo più bene da amici che da altro’. Oggi il suo cuore batte per un altro uomo, di cui non svela l’identità: ‘Mi sto frequentando con una persona con cui mi trovo molto bene. È una storia appena iniziata’.

Gabriel Garko: ‘Mi sono messo addosso un personaggio’

Del passato ricorda le difficoltà vissute non in famiglia (‘I miei genitori e le mie sorelle mi hanno sempre protetto’), ma in ambito lavorativo. ‘Avevo la convinzione che, se avessi dichiarato il mio orientamento, non avrei più lavorato’, dichiara. Ecco perché ha nascosto il privato, acconsentendo a montature: ‘Sono stato talmente tanto sul set che, alla fine, mi sono messo addosso un personaggio. Se hai un certo orientamento sessuale, non puoi fare questo mestiere. Il sistema te lo impone e quindi devi far finta di averne un altro’.

Una vita nella finzione, però, alla lunga ha creato dei disagi, che Garko riassume così: ‘All’inizio l’ho preso come un gioco, poi giocando mi sono trovato dentro una macchina che mi ha incastrato e il gioco non è poi più stato così divertente’.

Gabriel Garko butta giù la maschera, anzi, toglie ‘lo scafandro’, come ammette alla Toffanin. ‘Da tre anni e mezzo a questa parte, stando lontano dal set, ho avuto la possibilità di stare dentro la mia pelle. Ho capito che non stavo più bene e quindi ho avuto bisogno di uscirne’.

In merito alla storia con Adua Del Vesco e all’ingresso in casa, aggiunge: ‘Ho visto Adua in difficoltà e mi dava fastidio dovesse continuare a tenere in piedi una recita per proteggermi’.

Infine, un pensiero rivolto al pubblico: ‘Avevo paura che potesse sentirsi preso in giro, ma il primo ad essersi preso in giro sono stato io. Adesso la gente potrà conoscermi per quello che sono veramente’.

L’intervista di Gabriel Garko a Verissimo è un atto coraggioso e ha una duplice finalità: liberare l’attore dalle catene e mandare un messaggio di forza a chi ancora si trincera dietro le proprie maschere perché teme che il proprio orientamento sessuale possa essere oggetto di qualsivoglia discriminazione.

scritto da

Share