GF VIP 6 – Alfonso Signorini, l’aborto e il giudizio non richiesto

Autore

Categorie

Condividi

Il Grande Fratello VIP 6 verrà ricordato per la mole di scivoloni che puntualmente attirano aspre critiche. L’ultima, in ordine di arrivo, riguarda Alfonso Signorini e le sue affermazioni sull’aborto nella puntata di lunedì 16 novembre 2021. Sul finale della diretta, il conduttore ha pronunciato una frase che non solo non è passata inosservata, ma ha anche scatenato le ire dei social.

All’inizio della puntata fa sapere a Giucas Casella che la sua cagnolina Nina è incinta di 7 cuccioli. Al momento delle nomination, pochi minuti prima della fine della diretta televisiva su Canale 5, Casella ribadisce di non voler tenere tutti i cuccioli. Signorini prova a rassicurarlo, dicendogli che in molti si sono fatti avanti per prenderne uno, ma nulla da fare. ‘Può anche abortire, eh?’, suggerisce Casella.

gf vip giucas casella aborto cagnolina nina

Alfonso Signorini: ‘Noi siamo contrari all’aborto’

‘Perché devi tirare fuori questa storia dell’aborto? Uno lo vuole la Bruganelli, uno la Volpe, uno Jo squillo, uno Goria. Noi siamo contrari all’aborto in ogni sua forma, tra l’altro‘. In sottofondo Sonia Burganelli esclama: ‘Esatto!’.

A quel punto, Giucas aggiunge: ‘Anche io sono contrario all’aborto, ma c’è anche quello naturale’. Signorini ribatte: ‘Anche quello naturale non è una benedizione del cielo. Anche se è un cane, che c’entra? I cani sono creature di Dio’.

L’aborto, tema complesso alla mercé dello show

Il botta e risposta, seppur breve, ha innescato la polemica. Il tema dell’aborto è delicato. Non può e non deve essere semplificato e ridotto a battute da bar in un programma televisivo di prima serata.

Alfonso Signorini è libero di esprimere la propria opinione, ça va sans dire, ma nei giusti modi e nei giusti contesti. Il Grande Fratello VIP è trash, intriso di siparietti tra i concorrenti, definiti ‘squallidi e di dubbio gusto’ dai concorrenti stessi. E’ televisione, però, intrattenimento, che da oltre vent’anni si affaccia nelle case degli italiani e da oltre vent’anni attira critiche più o meno forti.

La sesta edizione del GF VIP si è contraddistinta, sin da subito, anche per le parole sbagliate utilizzate dagli inquilini della Casa. A differenza degli anni scorsi, però, stavolta gli autori hanno deciso di non intervenire a ogni passo falso perché stufi del politicamente corretto. Un concetto sintetizzato con altre parole dal conduttore nel corso delle puntate.

Qui però, si tratta di un caso diverso. L’aborto è un tema che va oltre lo spettacolo televisivo e non dovrebbe trovare spazio all’interno di un reality show, se non si hanno la capacità, l’intenzione, la voglia di trattarlo con il giusto rispetto. E’ un tema complesso, difficile, talmente intimo e personale che farsi portatori di opinioni personali che potrebbero facilmente trasformarsi in slogan è rischioso.

La Legge n.194/78 a tutela delle donne

La legge sull’aborto del 22 maggio 1978 n. 194 è stata introdotta per tutelare le donne. La ragione per cui una donna è libera di abortire non rileva, è una scelta personale e in quanto tale insindacabile. All’interno della percentuale di donne che ogni anno decidono di abortire, vi sono quelle che lo fanno perché vittime di stupro. ‘Una gravidanza è sempre un dono del cielo’, afferma Signorini, ma questa frase già contiene un giudizio.

Giudizio di cui un donna vittima di violenza non ha bisogno. Giudizio da cui chiunque deve astenersi. 

Alfonso Signorini pronto a scusarsi?

Chi lavora in televisione ha l’obbligo di osservare regole – scritte e non – che sono alla base della comunicazione. E’ una questione di rispetto, ma anche di opportunità. Dire ‘Noi siamo contrari all’aborto in ogni sua forma’ equivale a rendere il programma portavoce di un messaggio preciso. Un parere non richiesto e del tutto inopportuno.

Il ‘bello della diretta’ prevede anche imprevisti, talvolta difficili da superare. Tuttavia, il padrone di casa può sempre soprassedere con una risata o voltando pagina.

Se, fino ad ora, il Grande Fratello VIP si è salvato dalla bufera mediatica perché ha portato in scena siparietti sentimentali più o meno apprezzati, stavolta rischia di essere travolto da sé stesso. E chissà se basteranno le scuse di Alfonso Signorini – che si spera arrivino – nella prossima puntata, in onda venerdì 19 novembre.

scritto da

Share