Kate e William, 10 anni di matrimonio per i Duchi di Cambridge

Autore

Categorie

Condividi

Kate e William festeggiano 10 anni di matrimonio. Era il 29 aprile 2011 quando i futuri Duca e Duchessa di Cambridge attraversavano la navata di Westminster per convolare a nozze. Un evento trasmesso in mondovisione, di portata storica. L’ingresso di Katherine Middleton nella famiglia Reale ha segnato un prima e un dopo: con loro, infatti, la monarchia si è svecchiata, lanciando un segnale di modernità.

Il loro matrimonio, poi, ricordava quello di Diana e Carlo, celebrato trent’anni prima, nel 1981. Benché la cerimonia sia stata un successo mondiale, che ha consacrato Kate Middleton regina di stile, in molti temevano che sulla coppia si abbattesse l’effetto tristezza che anni prima aveva travolto Diana. Invece, Kate e William, dopo dieci anni dal fatidico sì, sono ancora felici, innamorati e, soprattutto, uniti.

Nonostante non siano mancati i rumors circa una sbandata di William, i Duchi di Cambridge sono un duo inossidabile, un sodalizio reale indistruttibile. Sin dal giorno zero della loro unione, la stampa ha dato per assodato che non sarà Carlo a succedere alla Regina Elisabetta, bensì William.

In questi anni, Kate ha preso lezione da monarca. E’ un punto di riferimento nazionale e internazionale per i sostenitori della Corona e un’icona, amata dagli appassionati di moda. Inoltre, è il ritratto della ragazza brava e colta, consapevole di aver sposato il futuro Re del Regno Unito. A differenza della cognata Meghan Markle, ha detto sì anche alla Famiglia Reale, dunque agli impegni istituzionali.

I protocolli, però, non sembrano infastidirla, anzi. La Middleton è perfetta nel ruolo che ricopre, ovvero quello di futura Regina. A livello mediatico, William e Kate vestono a pennello i panni di sovrani moderni, benché legati alla tradizione. Sono il giusto anello di congiunzione tra passato e futuro, passando per il presente.

William e Kate umanizzano la monarchia

La pandemia ha dato un’accelerata alla crescita dei rispettivi ruoli. Sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria, si sono fatti portavoce delle indicazioni necessarie ad arginare i contagi. Hanno sostenuto il personale sanitario, si sono mostrati in TV e alle prese con videochiamate. Come una coppia normale. Ed è questo a renderli vincenti. William e Kate hanno umanizzato la monarchia, sostituendosi di fatto alla Regina Elisabetta.

La loro crescita pubblica è andata di pari passo con quella privata. Tre figli, George, Charlotte e Louis, una famiglia perfetta, che perfetta sicuramente non è, ma ricalca il ritratto di una parvenza di normalità per nulla scontata quando si parla di Reali. William e Kate, invece, sanno come non risultare scollati dalla realtà e empatizzare con l’opinione pubblica. Sono la monarchia 2.0.

Istituzionali, ma non troppo, sorridenti e complici, dopo dieci anni non mostrano segni di cedimento, anzi appaiono più vicini che mai. E sui social alternano scatti pubblici a scatti (apparentemente) privati in cui si ritraggono in quella che potrebbe sembrare la quotidianità di qualsiasi famiglia. Portano avanti le attività benefiche, giocano con i bambini e si scambiano sguardi da teneri innamorati. Sono il futuro re e la futura regina del popolo. Con buona pace dei detrattori.

scritto da

Share