Incastrati, la serie con Ficarra e Picone su Netflix dall’1 gennaio 2022: trama e cast

Autore

Categorie

Condividi

Per Ficarra e Picone il 2022 parte da Netflix. L’1 gennaio, infatti, i comici palermitani debuttano sulla piattaforma con Incastrati, la loro prima serie in 6 episodi. Annunciata lo scorso aprile dopo l’addio a Striscia la Notizia, adesso insieme alla comunicazione dell’uscita ufficiale sono disponibili anche i dettagli sulla trama e sul cast.

Incastrati si preannuncia in linea con lo stile di Ficarra e Picone e, cioè, intrisa di elementi comici e malintesi, che li porteranno a correre seri pericoli, nonostante le loro buone intenzioni.

I protagonisti di Incastrati, Salvo e Valentino

Salvo e Valentino sono due piccoli imprenditori, titolari di un’azienda specializzata nella vendita e nella riparazione di piccoli elettrodomestici. Ogni giorno, a bordo del loro furgone, si recano da una parte all’altra della città per intervenire nelle abitazioni dei clienti.

Come sempre, hanno due personalità contrapposte. Da un lato, vi è Salvo Ficarra: dinamico e affascinato da tutto ciò che riguarda il genere crime, non ama la monotonia e proprio per questo sogna una vita avventurosa.

Dall’altro, Valentino Picone, il suo opposto. Calmo e giudizioso, è single e vive un rapporto molto stretto con la madre. Perfettamente incastonato nella sua quotidianità, la sua visione della vita è più aperta rispetto a quella di Salvo, invece molto tradizionalista.

La trama di Incastrati

Incastrati parte da un omicidio. I due sodali si ritrovano nel posto sbagliato al momento sbagliato (sono testimoni oculari? Complici? Forse a bordo del furgone?) e si ritrovano costretti a fuggire dalla scena del crimine. L’imprevisto, però, ci mette lo zampino: qualcosa va storto e nel corso dei 6 episodi, da semplici ignari si ritrovano ‘incastrati’ a fare i conti con la mafia.

Girata interamente in Sicilia, nel cast della serie compaiono gli attori Marianna Di Martino nei panni di Agata Scalia, Anna Favella in quelli di Ester, mentre Tony Sperandeo è Tonino Macaluso, detto ‘Cosa Inutile’. E Ancora, Domenico Centamore (Don Lorenzo ‘Primo Sale’), Mary Cipolla (Signora Antonietta), Maurizio Marchetti e, infine, il collega di Striscia laNotizia Sergio Friscia (Sergione). Firmano la serie, Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, già autori di Gomorra, e Fabrizio Testini.

I personaggi di Incastrati

Agata (Marianna Di Martino)

E’ l’amica di sempre di Salvo e Valentino. Lavora in Polizia e porta avanti la sua battaglia per la legalità con estremo rigore.

Ester (Anna Favella)

Sposata con Salvo, è una donna dinamica come il marito, del quale è profondamente innamorata. Nel corso della serie, però, il suo personaggio conoscerà una crescita e trasformazione anche grazie al suo spirito libero e indipendente.

Tonino Macaluso ‘Cosa Inutile’ (Tony Sperandeo)

Aspirante boss mafioso sin da giovane, la criminalità fa parte della sua vita da sempre. Ciononostante, non è mai assurto alle ‘alte sfere’ della malavita per via di alcuni imprevisti e della sua indole debole. Teme il suo capo, il boss Padre Santissimo.

Don Lorenzo ‘Primo Sale’ (Domenico Centamore)

A differenza di ‘Cosa Inutile’, con cui vive una accesa rivalità e per il quale non prova alcuna stima, Don Lorenzo è il braccio destro di Padre Santissimo.

Sergione (Sergio Friscia)

Sergione è un giornalista d’assalto, sempre a caccia della notizia. Inoltre, è l’amico di sempre di Salvo e Valentino.

Procuratore Nicolosi (Leo Gullotta)

Nicolosi è un uomo di legge, proprio come Agata (Marianna Di Martino), deciso a contrastare il crimine in ogni sua forma.

Vice Questore Lo Russo (Filippo Luna)

Sulla stessa lunghezza d’onda di Agata e Nicolosi, anche Lo Russo è al servizio dello Stato. Uomo pacato e riflessivo, gode del rispetto da parte dei colleghi ed è temuto ai malavitosi.

Incastrati, Ficarra e Picone: ‘Amiamo le nuove sfide’

‘Amiamo le esplorazioni nuove, i nuovi percorsi, le nuove sfide’, affermano Ficarra e Picone in merito alla serie targata Netflix. ‘Quando ci è stata prospettata la possibilità di lavorare a una serie (…), la cosa che ci entusiasmava di più era la possibilità di approfondire l’avventura e la psicologia dei personaggi’.

Poi, il riferimento alla loro terra, la Sicilia, onnipresente in tutti i lavori della coppia. ‘Per Incastrati è stato bello raccontare di nuovo una certa Sicilia, una certa mafia, nascosta, ma (ahinoi) lontana dall’essere definitivamente sconfitta’. Inoltre, ‘è stata l’occasione (…) per lavorare con una miriade di attori che conosciamo da tempo’.

 

Photo credits: Netflix 

scritto da

Share