Il ‘Ciclone’ Elodie tra tormentoni e omaggi al cinema italiano

Autore

Categorie

Condividi

Alcune canzoni recano con sé una forza insita, che le consacra hit sin dal primo ascolto. Se il video, poi, è meritevole tanto quanto il brano, il capolavoro è servito. È ciò che potrebbe accadere con Ciclone, il nuovo singolo di Elodie. Una ragazza mora, fasciata da un tubino bianco, balla il flamenco sul tavolo di una casa di campagna, presumibilmente toscana. Attorno a lei, qualche ballerina e alcuni personaggi dalle sembianze familiari, molto familiari.

Il Ciclone di Leonardo Pieraccioni

Le immagini riportano a un’estate, quella del 1996, in cui è ambientato Il Ciclone, film cult del cinema italiano. Elodie ricorda Lorena Forteza, la Caterina di cui si innamora Levante alias Leonardo Pieraccioni, protagonista di quel ciclone che cambiò per sempre la vita dei protagonisti. E chissà che nomen omen non valga anche per la cantante romana.

In effetti, Elodie può essere accostata a ciò che il ciclone rappresenta. Approdata alla musica grazie ad Amici, si smarca presto dal talent show di Canale5 e, dopo una prima partecipazione un po’ tiepida al Festival di Sanremo 2017, lavora su sé stessa. La giovane cantante Elodie di Roma diventa l’artista Elodie, capace di scalare in poco tempo le classifiche.

La trasformazione di Elodie

Dopo un’estate a suon di Margarita (feat. Marracash), a febbraio 2020 torna sul palco del Teatro Ariston con la hit Andromeda – firmata da Mahmood e Dardust – e un nuovo look, più sofisticato, sicuramente più ragionato. Ecco che Elodie si trasforma in regina del Festival, già solo per gli abiti mozzafiato con cui sorprende il pubblico sera dopo sera. Da allora, la cantante si confonde con la trend setter, senza però tradire la musica.

Alle porte di un’estate diversa, persino difficile, torna a sorprendere con un brano fresco, nuovo, destinato a entrare nelle liste dei tormentoni. La firma è quella di Takagi & Ketra – una garanzia – con Davide Petrella, Federica Abbate e Miki La Sensa, e vede la partecipazione dei Gipsy Kings e di Mariah, giovane artista statunitense in ascesa. Una ballata estiva dal ritmo latino, caliente, che ricorda il sound anni ’90. 

Parallelismi con il film

Il tocco dei Gipsy Kings è evidente e ben si incastona con lo stile di Elodie. Il video che accompagna il brano è un omaggio al film di Pieraccioni e lo ricalca nelle scene più celebri, che lo hanno consegnato alla storia del cinema nostrano. Elodie interpreta Caterina, dicevamo, la ricorda persino nelle fattezze e nei movimenti, ma ci sono anche gli altri personaggi. Innanzitutto, le ballerine di flamenco, due delle quali interpretate da Lorella Boccia e Giulia Pauselli.

Vi è poi Libero, alle prese con il ramato, con la TV guasta e con il celeberrimo quadro ‘Dio c’è’. Levante, in sella al suo Ciao per una corsa ad altissima velocità, che si conclude con una sonora botta. Con la differenza che in questo caso i Levante sono due: Takagi & Ketra. Infine, vi è Leonardo Pieraccioni per un breve cammeo. La ciliegina sulla torta.

scritto da

Share