Il nuovo Morgan, solo genio e addio sregolatezza

Autore

Categorie

Condividi

Dopo un’annata turbolenta culminata con la separazione artistica da Bugo sul palco del Festival di Sanremo 2020, un nuovo Morgan si affaccia alla scena televisiva, e non solo. Amadeus l’ha chiamato a sé per AmaSanremo, il programma della seconda serata del giovedì di Rai 1 dedicato alle selezioni per Sanremo Giovani 2021.

Nelle vesti di giudice, Morgan dà il meglio di sé. Competente, puntuale nei giudizi, offre ai concorrenti pareri professionali e utili per la loro carriera. A emergere non è tanto l’indubbia competenza, quanto il modo in cui la mostra. Non è più il Morgan sopra le righe di qualche tempo fa, ma un artista che dona la sua arte in vesti più pacate.

Il ritorno in TV

Poco prima del debutto di AmaSanremo è stato ospite a Oggi è un altro giorno, condotto da Serena Bortone. Durante l’intervista si è raccontato, soffermandosi su alcuni aspetti della sua vita privata e della sua arte con distensione, quasi a voler prendere le distanze dall’esuberante uomo tormentato di prima. L’ospitata si è presto trasformata in un’interessante chiacchierata tra giornalista e cantante, scandita dalle note di un pianoforte suonato da Morgan stesso. Un nuovo modo di far raccontare l’ospite, perfetta nel caso di Marco Castoldi.

Anche nei periodi più turbolenti, Morgan si è sempre espresso attraverso riferimenti ora filosofici ora musicali. È difficile capire dove finisca il Castoldi uomo e dove inizi il Castoldi artista. Probabilmente il confine è talmente labile da non poter essere neanche individuato. A differenza del passato anche recente, però, sembrerebbe che ad AmaSanremo il vecchio Morgan stia facendo spazio al nuovo.

L’audiolibro di Morgan

Oltre all’impegno nella giuria di AmaSanremo, Morgan fa parlare di sé anche attraverso le note musicali. Il 19 novembre esce L’audiolibro di Morgan, un singolare progetto musicale e letterario, a tredici anni di distanza dal suo ultimo album di inediti, Da A ad A.

Oltre a scrivere, musicare e produrre l’opera, Castoldi firma anche le grafiche della cover e del booklet e accompagna l’ascoltatore nel racconto della propria vita con parti autobiografiche e musicali.

L’audiolbro consta di vari contributi musicali. Vi sono inediti, riarrangiamenti e riscritture di brani italiani e stranieri. Tra questi citiamo la cover del Cantico dei drogati, di Fabrizio De André e una versione originale di O mia bela Madunina. Si avvale, inoltre, della partecipazione di Ivano Fossati e Roberto Vecchioni.

Grande conoscitore della musica in tutti i suoi aspetti, Morgan è un artista sopra le righe, un uomo generoso e dal profondo acume musicale. La sua esperienza televisiva nelle vesti di giudice gli ha regalato anche un record di tutto rispetto: detiene il più alto numero di vittorie conseguite dai suoi talenti nei sette anni di X Factor.

La sua carriera musicale, invece, inizia nel 1991 con i Bluvertigo, band considerata ai tempi come una delle più innovative. Alcuni anni dopo, decide di proseguire da solista. Vince per ben due volte la Targa Tengo, ma a tanta genialità si è spesso contrapposta una irrequietezza nella vita privata che ha spesso oscurato la sua arte. Che l’audiolibro  sia il giusto espediente per stigmatizzare il cambiamento definitivo? Chi lo sa. Intanto, bentornato – o forse benvenuto – Morgan.

scritto da

Share