Laura Pausini, Io sì (Seen) nel film di Edoardo Ponti con Sophia Loren

Autore

Categorie

Condividi

Laura Pausini torna con Io sì (Seen), canzone inserita nel nuovo film di Edoardo Ponti con Sophia Loren. L’attrice premio Oscar torna sul grande schermo dopo sei anni, un po’ per amore del figlio, un po’ per raccontare una storia che vale la pena essere raccontata: ‘La vita davanti a sé‘.

Io sì, colonna sonora de La vita davanti a sé

Il brano sarà la colonna sonora del film e sancisce la prima collaborazione cinematografica della Pausini. Prima d’ora, infatti, la cantante non aveva mai varcato i confini della settima arte. La vita davanti a sé arriva il 13 novembre su Netflix.

Io sì sarà inoltre proposto per le prossime nomination agli Oscar 2021 come miglior canzone originale. L’annuncio è arrivato dalla stessa Pausini tramite il suo account Instagram.

Anche Sophia Loren nel videoclip di ‘Io sì’

Come il film, anche il videoclip di Io sì è stato diretto da Edoardo Ponti. Il video è lineare e denso di significato. Uno sfondo nero che alterna primissimi piani di volti unici, intensi, veri. E si rimanda al significato della pellicola.

Negli ultimi secondi appare Sophia Loren in tutto il suo splendore. In questo breve, ma intenso cammeo pronuncia le ultime parole del brano con un’intensità tale da voler trasmettere in pochi istanti il grande insegnamento che il suo personaggio offre in La vita davanti a sé.

La collaborazione con Diane Warren

Con il brano Seen si consolida la prima collaborazione tra Laura Pausini e Diane Warren, una che di premi e nomination ne sa qualcosa (11 nomination agli Oscar, 1 Grammy Award, 1 Emmy Award, 1 Golden Globe).

Il brano è, infatti, della Warren. La versione italiana (perché tutti devono comprenderne il testo) è stata invece scritta dalla stessa Pausini con Niccolò Agliardi, uno degli autori italiani più importanti della nuova generazione.

‘Chi si ama lo sa
Serve incanto e realtà
A volte basta quello che c’è
La vita davanti a sé’.

Il brano è stato, inoltre, tradotto anche in inglese, spagnolo, portoghese e francese.

scritto da

Share