Suburra 3, l’ultimo atto su Netflix dal 30 ottobre

0
Suburra 3 stagione Netflix Alessandro borghi

Suburra 3 √® (finalmente) in arrivo su Netflix: l’ultimo atto sar√† disponibile dal 30 ottobre sulla piattaforma streaming e visibile in 190 paesi nel mondo per portare al termine una battaglia che, tra sangue e alleanze, decreter√† chi sieder√† sul trono dell’eterna e oscura Roma.

Suburra 3, la trama dell’ultima stagione

L’epilogo di un grande romanzo dal finale sorprendente si preannuncia essere Suburra 3, la terza e ultima stagione che frontegger√† le complesse dinamiche criminali di una citt√† che meglio di qualunque altra racchiude i segreti della profana trinit√†: Chiesa, Stato e Crimine.

Gli equilibri generati dall’alleanza tra Adami e Anacleti verranno nuovamente messi in discussione a seguito del suicidio di Lele (che lascia tutti agghiacciati, Spadino compreso) e dell’inaspettato risveglio dal coma di Manfredi.¬†Quest’ultimo avr√† sicuramente importanti ripercussioni sulla gerarchia (e apparente serenit√†) familiare.

Aureliano e Spadino dovranno, dunque, tornare a infuocare la Suburra provando un ulteriore confronto con il boss Samurai.¬†Si tratta di una battaglia eterna sospesa tra il legale e l’illegale, all’ultimo sangue e all’ultima violenza, guidata da quell’insanabile voglia di potere.

Suburra 3 Aureliano e Spadino su Netflix
Giacomo Ferrara e Alessandro Borghi in Suburra 3, nei panni di Spadino e Aureliano.

La regia di Arnaldo Catinari

Con grande entusiasmo Arnaldo Catinari racconta l’esperienza vissuta in tre mesi di girato, il rapporto con i personaggi e gli attori, il rapporto con una citt√† che si presenta come unica e indiscutibile, cruda e spietata protagonista: ‘Non esiste nessun altro luogo al mondo, che serva da epicentro¬†alla¬†politica,¬†alla¬†religione¬†e¬†al¬†crimine¬†organizzato’.¬†

Il problema qui non √® pi√Ļ prendere il potere, il problema √® saperlo mantenere. Suburra 3 √® la stagione della consapevolezza, spiega il regista Catinari.¬†‘Ogni¬†personaggio¬†√®¬†costretto¬†a¬†prendere¬†coscienza¬†della¬†propria¬†debolezza e¬†del¬†fatto¬†che¬†mantenere¬†il¬†potere¬†√®¬†molto¬†pi√Ļ¬†difficile¬†che¬†ottenerlo.¬†√ą¬†la¬†comprensione¬†del¬†fatto¬†che¬†i¬†loro appetiti e la loro ambizione superano di gran lunga quello di cui sono capaci’.

Il rapporto tra Aureliano e Spadino

E la storia che pi√Ļ di tutte le altre fa da sfondo a questo racconto orchestrale √® l’amicizia tra Aureliano e Spadino: una storia quasi ‘d’amore’, fatta di tradimenti e alleanze, di fiducia e sfiducia che alla fine converge, ancora una volta, verso la voglia di lottare insieme.

Il cast di Suburra 3

Oltre ai tanto amati Aureliano Adami e Spadino Anacleti, rispettivamente interpretati da Alessandro Borghi e Giacomo Ferrara, tornano nel cast di Suburra 3 anche Manfredi Anacleti (Adamo Dionisi), Samurai (Francesco Acquaroli), Cinaglia (Filippo Nigro) e Sara Monaschi (Claudia Gerini), seppur con un ruolo alquanto ridotto.

Suburra 3, Alessandro Borghi e Giacomo Ferrara, rispettivamente Aureliano e Spadino.

La Suburra tra Chiesa, Stato e Crimine

La Suburra, sto posto non cambia da 2000 anni. Patrizi e Plebei, politici e criminali, mignotte e preti. Roma.‘, √® con queste parole che l’attore di Samurai, Francesco Acquaroli, apre il riassunto delle prime due stagioni.

Tutto parte nel 2008. La prima stagione √® ambientata nel 2008 con al centro i terreni di Ostia sui quali dovrebbero sorgere dei porti commerciali: questi ultimi interessano a molta gente, ma pi√Ļ di tutti a Samurai, un boss criminale che ha come unico scopo trasformare il porto nel terreno perfetto per lo spaccio di droga.

La maggior parte della propriet√† appartiene, per√≤, al Vaticano. Per arrivare alla Chiesa Samurai dovr√† avvalersi di un uomo politico, Cinaglia, che con un po’ di inganno e timore decide di proseguire sotto l’ala di Samurai.

La terza stagione sar√† quella del crimine, che porter√† ad un finale epico – dicono – che ancora non pu√≤ essere anticipato. Non sembra avere, tra l’altro, alcuna connessione con la narrativa del film da cui √® partita la produzione.

 

Photo Credits: Emanuela Scarpa, Netflix 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui