Zero Il Folle, Canale 5 celebra i 70 anni di Renato Zero

Autore

Categorie

Condividi

Canale 5 celebra i primi 70 anni di Renato Zero con Zero Il Folle, una serata interamente dedicata all’artista, in onda martedì 29 settembre. Con la regia di Roberto Cenci, l’ammiraglia Mediaset mostrerà le immagini dei due concerti tenutisi l’11 e il 12 gennaio scorsi al Forum di Assago di Milano, poche settimane prima dell’inizio della pandemia.

43 album, quasi 50 anni di carriera, oltre 45 milioni di dischi venduti, Renato Zero è tra gli interpreti italiani più amati dal pubblico. Zero Il Folle ne ripercorre la grandeur, attraverso i momenti più intensi delle due date sold out.

logo zero il folle per 5

Gli ospiti di Zero il folle

Durante la serata, saranno diversi gli ospiti che si avvicenderanno sul palco: Sabrina Ferilli, Serena Autieri, Anna Foglietta, Monica Guerritore, Giuliana Lojodice, Giancarlo Giannini, Alessandro Haber, Gabriele Lavia, Vittorio Grigolo.

L’intervista a Verissimo

L’arrivo di Renato Zero su Canale 5 è stato preceduto da un’intervista a Verissimo, trasmessa sabato 26 settembre. Il 30 settembre spegnerà le settanta candeline e alla conduttrice ha rivelato che festeggerà in un modo inaspettato. ‘Fuggirò per una destinazione ignota. Il compleanno per me è tutti i giorni, ogni volta che apro gli occhi. Mi festeggio con una buona colazione, una passeggiata e facendo una visita agli amici’.

La rivincita di Renato Zero

Zero ha costruito una carriera lunga e duratura, un rapporto solido con i suoi sorcini, diventando un vero e proprio punto di riferimento per più di una generazione. La caratura dell’artista è oggi fuori discussione, ma gli inizi non sono stati facili e, ripercorrendo i momenti più duri, ha dichiarato: ‘Oggi sono soddisfatto. Ho ricevuto tante porte in faccia, tante offese, il lavoro è stato duro, però c’è stato e c’è tanto amore dietro e davanti alle mie spalle’.

In merito al successo, alla Toffanin ha risposto: ‘Mi commuovo. A volte mi sento inadeguato rispetto a tutto l’affetto che mi riserva il pubblico. In fondo, volevo solo esistere’.

 

 

 

 

scritto da

Share