Bando, la hit di Anna Pepe è un successo mondiale

Autore

Categorie

Condividi

Ci beccavamo nel Bando/con il Booster/Anna fattura e no/non parlo di buste‘. Chi frequenta i social network, nelle ultime settimane avrà fatto caso al nuovo tormentone. L’autrice è Anna Pepe, in arte ANNA, sedicenne di La Spezia che, nell’arco di uno schiocco di dita, ha raggiunto la vetta delle classifiche e conquistato dischi d’oro con la sua Bando.

La storia di ANNA inizia lo scorso dicembre, quando per gioco rappa su un beat preso da YouTube. A gennaio firma con Virgin Records. Il 31 dello stesso mese il singolo viene pubblicato sulle piattaforme streaming.

Bando scala le classifiche

La celerrima scalata inizia qualche settimana dopo, quando la canzone viene condivisa sui social e in pochi giorni diventa una vera e propria hit. In poco tempo, la cantante ligure batte un record dopo l’altro. Bando entra nelle classifiche Spotify di mezza Europa – Austria, Belgio, Finlandia, Germania, Olanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria – e raggiunge anche Canada, Hong Kong, India, Singapore, Stati Uniti e Taiwan. Inoltre, entra nella programmazione radiofonica di Danimarca, Francia, Svezia e Svizzera.

Per tre settimane il singolo si mantiene stabile alla prima posizione della classifica ufficiale dei singoli più ascoltati, poi scende, rimanendo comunque sul podio, e continua a governare anche Apple Music e Shazam.

I numeri realizzati fino ad ora sono notevoli: 19 milioni di stream. I follower su Instagram superano quota 300.000 ed è facilmente prevedibile che presto cresceranno a dismisura.

Fenomeno in ascesa

La Pepe è giovanissima e rientra nel novero degli artisti-fenomeno che puntano dritto al cuore di migliaia di adolescenti e lo conquistano. Non solo. Il ‘ritornello’ di Bando è talmente orecchiabile da risultare persino martellante, come si confà a ogni tormentone che si rispetti.

Come sempre, il rischio è che, dopo l’exploit iniziale, l’autore del tormentone di turno scompaia dalle scene. È ancora presto per dire dove arriverà Anna, ma c’è qualcosa in Bando e nel suo modo di cantare che fanno pensare in prospettiva.

Del resto, i numeri sono dalla sua parte. Parlano chiaro. Raggiungere le classifiche straniere con un testo in italiano non è una cosa da niente e non accade tutti i giorni.

A fronte delle teorie secondo cui il mercato discografico è morto o pressoché agli sgoccioli, fa piacere constatare che vi sia ancora spazio per la creatività e che il pubblico apprezzi. In un momento storico in cui la discografia è evidentemente in crisi, esempi come Anna sono una boccata d’ossigeno e restituiscono speranza.

scritto da

Share