GF VIP 5, Franceska Pepe e l’elogio del nulla

Autore

Categorie

Condividi

La prima domanda che viene in mente quando si parla di Franceska Pepe è: c’è o ci fa? Se non si è appassionati di Grande Fratello VIP 5, la domanda successiva è: Francesca chi? Bene. Parliamo di Franceska con la kappa, concorrente del reality di Canale 5 firmato EndemolShine Italy, eliminata dopo essere stata al centro di copiosi scontri, più o meno accesi, con il resto dei coinquilini.

Classe 1992, sedicente Miss Europa in realtà solo finalista, Franceska con la k è assurta agli onori della cronaca per i diverbi con Tommaso Zorzi, prima, e gli altri concorrenti poi. Dal modo di parlare sui generis al fare svampito e surreale, la Pepe è un personaggio a dir poco indecifrabile. È entrata nella casa di Cinecittà vantando sul curriculum un fidanzamento – sebbene di sole sette ore! – con Vittorio Sgarbi. Relazione, se così si può chiamare, prontamente smentita subito dopo l’inizio del reality. Successivamente ha sostenuto di aver inventato le polpette al sugo, di essere iscritta alla Cattolica (‘sorpresona!’, ha esclamato), come se frequentare l’università fosse sinonimo di qualcosa,  e altre amenità. Se solo avesse giocato un po’ più d’astuzia, sarebbe arrivata in finale, ma la voglia di rispondere costantemente a tono non l’ha premiata.

Franceska Pepe c’è o ci fa?

C’è o ci fa?, dicevamo. Purtroppo o per fortuna, non è dato sapere. A domanda risponde, ma spesso con argomentazioni che nulla hanno a che vedere con ciò di cui si discute. Spesso aggredisce per non essere aggredita, ma lo fa deviando il discorso. Le chiedi se le piace il caffè e ti risponde che la pasta fa ingrassare e attacca una filippica sui carboidrati talmente contorta che, a un certo punto, stremato, decidi di lasciarla parlare senza controbattere. Perché sai già che è una battaglia persa in partenza.

Su Twitter è stata eletta regina del trash della quinta edizione del GF VIP e non si fa fatica a capire il perché. Il punto è: ne abbiamo bisogno? L’anno scorso il reality ha aperto le porte a Taylor Mega, influencer ex fidanzata di Flavio Briatore, il cui apporto alle dinamiche della casa è stato vicino allo zero. Franceska Pepe, dal curriculum simile, ha in qualche modo dato il suo contributo, ma non abbastanza da diventare un elemento indispensabile.

Dopo l’uscita, è stata ospite a Live – Non è la D’Urso. In dieci minuti, ha smentito l’affaire con Sgarbi e l’ha fatto con Sgarbi presente in studio (ma come? Non era stata lei a parlarne?!); ha rinnegato l’esperienza sul set di The Lady, davanti alla sua creatrice, Lory Del Santo, che provava a tesserne le lodi. ‘Purtroppo ho questa macchia sul mio curriculum’, ha osato affermare. A tale proposito, vorremmo dire alla cara Franceska con la kappa che denigrare l’unico lavoro in ambito ‘televisivo’ svolto fino ad ora davanti al suo deus ex machina non è una mossa furba. Fior fiori di Premi Oscar non vanno fieri dei film girati agli albori della propria carriera, ma se ne guardano bene dal rinnegarli. Quantomeno sono abbastanza furbi da non farlo se non hanno ancora vinto una qualsivoglia statuetta.

Fino ad ora, Franceska Pepe non ha aggiunto alcunché al patinato mondo televisivo. Non dimostra di avere qualcosa da dire, non risponde alle domande, si fa fatica a seguire ciò che dice. Dice tutto il contrario di tutto, al fine di confondere l’interlocutore e non trovarsi costretta, così, ad argomentare con cognizione di causa. È l’elogio del nulla. Di quel vuoto di contenuti che, da vent’anni a questa parte, governa le logiche dei reality e non solo, e che talvolta si rivela persino vincente. Benché gli amanti del trash sostengano il contrario, non si sentiva affatto l’urgenza di un personaggio simile e si spera che, una volta terminato il contratto, decida di mostrare di avere qualcosa da dire. Sarebbe un segno di riconoscenza verso chi le ha dato l’opportunità di diventare popolare. Diversamente può tornare al completo anonimato. Non ne sentiremo la mancanza.

scritto da

Share