Miguel Bosé, un negazionista sulla TV spagnola

Autore

Categorie

Condividi

Miguel Bosé si dichiara apertamente negazionista e solleva un oceano di critiche. Lo fa durante un’intervista rilasciata al programma spagnolo Lo de Évole. ‘Sono negazionista ed è una posizione che porto avanti a testa alta’, dice il cantante al giornalista. ‘E’ stato ordito un piano che non si vuole far sapere. Questa è la verità’.

Una posizione forte e netta, che verrà sviscerata nella prossima puntata. Le affermazioni del cantante hanno subito fatto il giro del mondo, come era logico che accadesse. Oltre al suo punto di vista sul Covid, Miguel Bosé racconta della sua esperienza con la droga: anni di dipendenza da sostanze stupefacenti, in particolare dalla cocaina. Un vissuto certamente difficile, di cui parla pubblicamente. Così come parla del rapporto con l’ex compagno Nacho Palau e della gestione dei quattro figli.

Il pensiero sul COVID, però, a oltre un anno dall’inizio della pandemia e con milioni di morti nel mondo, fa porre qualche domanda. L’anno scorso Bosé ha perso la mamma Lucia e ascoltare queste parole oggi, in un momento in cui si inizia a fronteggiare la pandemia solo grazie ai vaccini, lascia perplessi. E’ necessario dare spazio a un personaggio pubblico con una platea di fan vastissima, se lo stesso personaggio può farsi portatore di messaggi pericolosi?

La vasta eco mediatica grazie alla TV

Le esternazioni di Miguel Bosé fanno discutere e forse indignare, ma è giusto ricordare che anche in Italia non mancano casi simili. L’Isola dei Famosi ha arruolato Daniela Martani, celebre no vax, famosa per aver polemizzato sui social sin dal giorno 1 della pandemia. Domenica In ha ospitato Kabir Bedi, sostenitore dell’alimentazione indiana come antidoto ai contagi. Sono solo due esempi, ma abbastanza per ricordarci che tutto il mondo è paese.

In attesa di guardare la prossima puntata di Lo de Évole, ci poniamo una domanda che vale per Miguel Bosé e per qualsiasi altro artista. Il parere di un cantante in merito a questioni scientifiche è proprio indispensabile?

scritto da

Share