Svegliati amore mio, trama e cast della fiction con Sabrina Ferilli

Autore

Categorie

Condividi

Da mercoledì 24 marzo Canale 5 trasmette in prima serata Svegliati amore mio, l’attesa fiction con la regia di Simona Izzo e Ricky Tognazzi. Protagonista assoluta è Sabrina Ferilli nei panni di Nanà, una mamma pronta a tutto per salvare la figlia. Sabrina Ferilli si cimenta, ancora una volta, nel ruolo di una donna forte, come già accaduto ne L’amore strappato, andata in onda sempre su Canale 5. Nel cast anche Ettore Bassi, Francesco Arca, Massimo Popolizio e Francesco Venditti.

La trama di Svegliati amore mio

Al centro del racconto, la storia della famiglia Santoro e della Ghisal, l’acciaieria dove da vent’anni lavora Sergio Santoro, interpretato da Ettore Bassi. Quando la figlia Sara (Caterina Sbaraglia) si ammala di leucemia, un uragano cambia le dinamiche familiari. Dopo i primi momenti di sconforto, mamma Nanà (Sabrina Ferilli) si fa paladina di una battaglia che la porterà a scontrarsi proprio con la Ghisal.

Certa che da lì provenga il veleno che si è insediato nel corpo della figlia, andrà contro il colosso, anche rischiando di perdere lo stipendio del marito, unica sicurezza per la famiglia.

L’impresa di Nanà

L’obiettivo di Nanà è abbattere il muro di omertà che ruota attorno alle famiglie degli altri operai che, come lei, hanno figli ammalati della stessa patologia. Cerca, così, di coinvolgere le altre madri, ormai rassegnate al funesto destino, e attua una battaglia contro lo spietato manager Ettore Tagliabue (Massimo Popolizio). Per ottenere un’eco maggiore, poi, coinvolge la stampa servendosi del giornalista Stefano (Francesco Venditti).

In questo turbinio, dovrà scansarsi dall’amore malato di Mimmo (Francesco Arca), che da sempre la ossessiona, mettendo a rischio il suo matrimonio. Nella sua lotta contro la Ghisal e contro le ingiustizie, Nanà dovrà superare molti ostacoli anche in famiglia: il marito Sergio, infatti, le rimane a lungo ostile. Con il suo accanimento dimostrerà di voler salvare la figlia, l’intera comunità e, non ultima, la stima del marito, certa che solo l’amore e l’unione possano sconfiggere il male.

Ispirata a una storia vera

Svegliati amore mio è una fiction in tre puntate ed è ispirata a una storia vera. Ambientata al Sud Italia in un posto non identificato, ma che fa ripensare all’Ilva di Taranto, Simona Izzo e Ricky Tognazzi spiegano le ragioni che li hanno spinti a girare la fiction. ‘Ci è sembrata una storia necessaria e urgente da raccontare’, spiegano.

‘Per renderla al meglio ci siamo documentati sui danni provocati dall’inquinamento industriale. Abbiamo incontrato medici e responsabili delle associazioni che combattono contro chi diffonde i veleni e assistono chi è coinvolto in questo dramma”, concludono.

scritto da

Share