Tv Talk, su Rai 3 un programma da preservare

Autore

Categorie

Condividi

Tv Talk va in onda su Rai 3 ogni sabato pomeriggio alle 15. È uno dei programmi più autorevoli della televisione in materia di comunicazione, presente nei palinsesti Rai sin dal 2005. Autore e conduttore, Massimo Bernardini, che si avvale della collaborazione di Cinzia Bancone, Sebastiano Pucciarelli e Silvia Motta, notoriamente definita Signora degli ascolti.

Tv Talk analizza la televisione e, attraverso questa, mette a fuoco i gusti e i cambiamenti della società italiana. Utilizza un linguaggio contemporaneo e interpreta lo Zeitgeist, lo spirito del tempo, dando spazio ai social network. Si racconta la televisione tutta: il dietro le quinte, gli ascolti, i personaggi che la fanno, gli stessi che, a volte, presenziano in trasmissione.

Ospiti e analisti

Per dare autorevoli contributi, si fregia della presenza di alcuni ospiti fissi, come il decano Giorgio Simonelli, l’illustre firma de L’Espresso Riccardo Bocca, Pino Strabioli e Lella Costa. Accanto a questi, altre firme importanti della cultura italiana.

Si avvale anche della presenza di un gruppo di analisti, giovani studenti o appena laureati, che cercano la loro strada nel mondo della comunicazione. Proprio negli analisti sono riposti gli spunti da cui prenderà vita al dibattito. In ogni puntata, Massimo Bernardini lancia il tema sulla settimana televisiva appena trascorsa e dà loro la parola, per porre domande e riflessioni.

Gli ospiti, giornalisti e addetti ai lavori, approfondiscono argomentando e analizzando il programma oggetto di discussione. Con i loro pareri spesso delineano una attenta anamnesi della società odierna, del quotidiano, partendo dalla genesi di un format televisivo.

Cinzia Bancone ai social, Silvia Motta agli ascolti

Si è detto del linguaggio contemporaneo di Tv Talk, dell’uso del mondo social, e in questo contesto ben si inserisce la voce web del programma, ossia Cinzia Bancone, sempre precisa nel riportare notizie che supportano le discussioni al centro del dibattito. Una menzione pregevole va fatta, poi, allo spazio dedicato agli ascolti. Presenza puntuale e precisa, Silvia Motta si destreggia tra percentuali e statistiche per fotografare in modo certosino l’andamento dei programmi, fornendo al contempo un chiaro quadro sia agli addetti ai lavori sia ai telespettatori.

Tv Talk, un programma necessario

Si discute spesso della concorrenza tra reti. Tv Talk è l’unico salotto in cui queste diatribe non sono presenti. Da quello studio passano tutti i conduttori televisivi e personaggi della comunicazione in generale. È un programma innovativo e necessario, di cui il servizio publico non deve fare a meno. La televisione che critica la televisione, che si interroga e si redarguisce, se necessario.

Tv Talk scardina i gangli del piccolo schermo e li analizza al microscopio, fornendo risposte e interpretazioni. Trasporta il telespettatore dentro il mezzo e, in questo senso, svolge una funzione pedagogica: insegna, cioè, al pubblico una nuova chiave di lettura, anzi più chiavi di lettura di un determinato fatto televisivo. È metatelevisione, un fattore che sulla carta potrebbe risultare fallimentare, invece si rivela assolutamente vincente. Un format unico nel suo genere, assolutamente da preservare.

scritto da

Share