A Star Is Born battuto da Montalbano in replica, l’autunno grigio di Canale 5

Autore

Categorie

Condividi

Martedì 15 settembre Canale 5 ha mandato in onda A Star Is Born, film Premio Oscar con Bradley Cooper e Lady Gaga. Un grande evento per Mediaset e per i telespettatori, che per la prima volta hanno potuto guardare la pellicola in chiaro.

Gli ascolti di A Star Is Born

Gli ascolti, però, non hanno premiato gli sforzi. Canale 5 ha totalizzato 2.789.000 telespettatori, pari al 15,2% di share, e la serata è stata vinta da Rai1, che con Il Commissario Montalbano – La giostra degli scambi ha intrattenuto 3.647.000 spettatori (18,14%). Il distacco salta all’occhio e risulta ancora più evidente se si considera che la puntata di Montalbano era in replica.

Il prime time di Canale 5

I quasi 2,8 milioni di Canale 5 non sono pochissimi, specialmente se li si confronta con i 2.022.000 di Live Non È La D’Urso (14,53%) o i 2.833.000 di Grande Fratello VIP (18,99%). Restano, però, troppo pochi se si pensa alla portata che A Star Is Born avrebbe dovuto avere.

A Star Is Born, una garanzia

Il film con protagonisti Lady Gaga e Bradley Cooper è stato un successo su tutti i fronti. Costato 36 milioni di dollari, ne ha incassati 436; una cifra record, che ha rubato il primato a The Bodyguard – Guardia del corpo, con Kevin Costner e Whitney Houston.

L’intesa tra l’attore (anche produttore, regista e sceneggiatore) e la cantante ha fatto sognare. La loro esibizione alla serata degli Oscar sulle note di Shallow è entrata nella storia e, per mesi, fan e stampa rosa hanno scommesso che ci fosse del tenero.

lady gaga a star is born film canale 5

A fronte di un interesse così forte a livello mondiale, la mossa di Canale 5 è stata giusta, intelligente e lungimirante. Un investimento giustificato dalla certezza che il pubblico sarebbe rimasto incollato davanti alla tivù.

Purtroppo, però, i numeri dimostrano che A Star Is Born è andato, sì, bene per l’andamento medio della rete, ma niente di più. È vero che si scontrava con Il Commissario Montalbano, prodotto forte della ammiraglia Rai, ma si trattava di una replica. Da Gaga e Cooper ci si aspettava qualcosa di più.

Alla ricerca dell’identità perduta

Cosa non ha funzionato allora? Il timore è che Canale 5 abbia ormai intrapreso un nuovo corso e si sia allontanata inesorabilmente da ciò che è stata per trent’anni. Dopo annate televisive focalizzate principalmente su Il Segreto, Grande Fratello, L’Isola dei Famosi, Temptation Island e i salotti targati Barbara D’Urso, il pubblico fa fatica a seguire prodotti diversi.

Negli ultimi anni, Canale 5 ha perso parte della sua identità di forte contraltare rispetto a Rai 1, per diventare contenitore a tinte prevalentemente rosa. I programmi di prime time davvero forti sono pochissimi: Tu Sì Qui Vales, C’è Posta Per Te e, in parte, Temptation Island.

Il rischio è che, a lungo andare, il pubblico si disaffezioni e non sia più interessato a sperimentare titoli che esulino dal gossip puro. Neppure se si tratta del film che ha fatto sognare milioni di fan e che ha catalizzato l’attenzione mediatica per un anno intero.

2,8 milioni in apertura di stagione con due nomi fortissimi come Cooper e Gaga non sono sufficienti né accettabili da una rete storica che ha sempre dato filo da torcere all’ammiraglia Rai. Cosa aspetta a ritrovare il proprio smalto?

scritto da

Share