Laura Pausini, una cantante da Oscar a prescindere

Autore

Categorie

Condividi

Laura Pausini non ha vinto l’Oscar, ma è definitivamente entrata nell’Olimpo degli artisti che rimarranno nella storia. Candidata con la canzone Io Sì (Seen), colonna sonora de La vita davanti a sé, il film di Edoardo Ponti con Sophia Loren, è stata superata da H.E.R., con Fight For You, colonna sonora di Judas and the Black Messiah.

Gli altri tre candidati nella categoria Miglior Canzone Orginale erano Husavik, colonna sonora di Eurovision Song Contest – La storia dei Fire Saga, Hear My Voice per Il processo di Chicago 7 e Speak Now per Quella notte a Miami.

‘Torno in Italia felice di aver vissuto un’esperienza irripetibile, nata per un messaggio importante, che condivido completamente, e per la grande passione che dopo 28 anni ho ancora per la musica, che non è solo il mio lavoro, ma è la mia vita’. Con queste parole pubblicate su Instagram la cantante ha salutato gli Oscar 2021. ‘Aver cantato IO SÌ sul palco dell’Academy’, prosegue, ‘è un sogno che mai avrei potuto sperare si avverasse, ancora di più in un’edizione così storica. Grazie!’.

Infine, ringrazia Diane Warren, ‘per la nostra canzone e per tutti i traguardi raggiunti, primo fra tutti il Golden Globe. E’ stata un’esperienza incredibile lavorare insieme! Grazie a Bonni Greenberg e Niccolò Agliardi! Grazie Palomar, grazie Netflix, mi sono sempre sentita a casa con voi’.

La candidatura di Laura Pausini nella cinquina finale è già una vittoria, a prescindere dal risultato. Grazie a lei, infatti, per la prima volta nella storia degli Academy Awards, una canzone italiana è entrata nella cinquina delle nominations per la categoria Best Original Song, Miglior canzone originale.

Nelle settimane precedenti, in molti, moltissimi hanno (abbiamo) sperato che Laura portasse a casa la statuetta. Una speranza alimentata dalla vittoria del Golden Globe 2021 e del Satellite Award 2021. A 28 anni di distanza dalla vittoria del Festival di Sanremo con La solitudine, la ragazza di Solarolo conferma la sua caratura e arriva ai Premi Oscar. La sua presenza in quel di Los Angeles, però, è solo un tassello in più che si aggiunge alla sua inarrestabile carriera.

Una carriera partita sotto una buona stella, che da subito ha sposato il mercato internazionale. Una scelta singolare, che ha trasformato Laura Pausini in una vera e propria star. Una star conosciuta e amata ovunque, che ha duettato con i più grandi artisti internazionali e che oggi colleziona una vittoria dopo l’altra. A prescindere dalla celeberrima statuetta.

scritto da

Share