Maneskin al Festival di Sanremo 2021 con Zitti e buoni

Autore

Categorie

Condividi

Tra i Big in gara al Festival di Sanremo 2021 ci sono anche i Maneskin. La band romana giunta al successo grazie alla partecipazione a X Factor 2017, sul palco dell’Ariston porta la canzone Zitti e buoni, di cui firmano testo e musica.

Maneskin, ‘Vent’anni’ è una lettera aperta ai giovani

Lo scorso ottobre sono tornati sulla scena con il singolo (e la grinta dei) Vent’anni. Per presentare il brano, Damiano, Victoria, Thomas e Ethan hanno tenuto una performance live senza pubblico tra i palazzi imperiali del Paladino, trasmesso su YouTube il 2 novembre.

Il brano Vent’anni si presenta come una bellissima lettera aperta rivolta ai giovani, e non solo. E’ una rock ballad profonda (immancabile l’assolo elettrico iniziale), dal linguaggio semplice e diretto che tocca anche chi vent’anni non li ha più: ‘Farà male il dubbio di non essere nessuno‘, si sente nel pezzo.

Damiano, il cantante della band italiana più irriverente e provocatoria, alterna i propri pensieri dando voce a quelli più spensierati e irrazionali e ai ragionamenti più maturi. È un dialogo introspettivo che accomuna i drammi e le disillusioni non solo dei giovanissimi componenti della band (dei quali la media d’età è proprio vent’anni), ma dell’intera generazione Z.

Ho scritto quello che io stesso avrei voluto sentirmi dire da qualcuno più adulto ora che ho vent’anni‘ afferma infatti il frontman, così voglioso di lasciare anche solo un piccolo segno in questa società dettata da denaro e potere.

Vent'anni, il nuovo singolo dei Maneskin
Vent’anni, il nuovo singolo dei Maneskin

Vent’anni, la campagna di lancio e la censura

A presentare e valorizzare questa nuova fase dei Maneskin, usciti da X Factor nel 2017 e trasferitisi a Londra nell’autunno scorso per cercare nuove ispirazioni, una campagna di lancio alquanto significativa firmata da Oliviero Toscani.

I Maneskin si sono, infatti, letteralmente messi a nudo facendosi immortalare dal fotografo in un abbraccio senza frontiere. La foto, presente nella stazione centrale di Milano, è stata però censurata sui social, in quanto pare fosse (appena) visibile un capezzolo della ragazza.

Insomma, a due anni dall’album di debutto Il ballo della vita, i Maneskin tornano e lo fanno in grande. Lo fanno col cuore, con qualcosa di importante da dire, anche se hanno solo vent’anni. E lo fanno con la voglia di lasciare un segno, con la speranza che il loro nome non scompaia tra quelli di tutti gli altri. Ma anche queste paure frastornanti rendono belli e indimenticabili i Vent’anni. Zitti e buoni si preannuncia come un prosieguo del percorso intrapreso e chissà che non si rivelino i veri outsider del Festival di Sanremo 2021.

scritto da

Share