Mi chiamo Francesco Totti, su Rai 1 il film in prima tv con il Capitano

Autore

Categorie

Condividi

Mi chiamo Francesco Totti è in arrivo su Rai 1. Il pubblico avrebbe dovuto vedere il nuovo film in prima tv a settembre 2022, ma ora la Rai anticipa la messa in onda in palinsesto per domenica 24 luglio. La pellicola, fanno sapere dalla Televisione di Stato, sarà disponibile dalle ore 21:20 e anche in diretta streaming su RaiPlay.

Mi chiamo Francesco Totti, dove vedere il film in tv

Il film in prima visione Mi chiamo Francesco Totti, tra pochi giorni disponibile in chiaro in prima serata, vede nel cast la partecipazione di Totti nel ruolo di se stesso – anche la voce narrante è la sua – ed è tratto dal libro Un Capitano, scritto dal calciatore della Roma con Paolo Condò.

La trama del film su Rai 1 ripercorre infatti la vera storia di Francesco Totti e parte da quel 27 maggio 2017. La data riporta la mente a quando Totti saluta per sempre i tifosi allo Stadio Olimpico e dopo 20 anni di onorata carriera calcistica.

Francesco Totti in Mi chiamo Francesco Totti - Il film va in onda il 24 luglio 2022 su Rai 1
L’ex Capitano della Roma, protagonista del film Mi chiamo Francesco Totti, in onda domenica 24 luglio 2022 su Rai 1 e in streaming su RaiPlay.

Il documentario in onda il 24 luglio 2022 su Rai 1

In questo docufilm di Alex Infascelli, alla vigilia dell’addio il Capitano della Roma si racconta a 360 gradi, in modo inedito e spontaneo. Analizza le proprie scelte personali. Ripercorre la storia del calcio. Valuta i momenti di vittoria e di sconfitta.

Ad impreziosire il documentario, anche le immagini private e che comprendono i vissuti d’infanzia, l’amore per i figli e il matrimonio con Ilary Blasi; tra l’altro, dalla conduttrice tv romana il Capitano dei Capitani si è da poco separato.

Il Capitano della Roma si racconta a 360 gradi

Tuttavia il film, che Rai 1 anticipa rispetto alle previsioni iniziali, si ripercorre anche o soprattutto la storia pubblica e personale del calciatore. Si va dal primo calcio al pallone a Torvaianica. Il racconto prosegue con i ricordi della scuola elementare del quartiere Appio Latino. Si va avanti con la scelta di rifiutare un contratto con il Real Madrid, per restare in forza alla sua squadra di sempre. La storia termina – termina si fa per dire – con il sogno dei Mondiali del 2006 e i saluti finali da parte dell’Ottavo Re di Roma in campo.

Mi chiamo Francesco Totti, docufilm vincitore del Nastro d’Argento 2021, è prodotto da The Apartment e Wildside, con Capri Entertainment, Fremantle, Vision Distribution e Rai Cinema e in collaborazione con Sky e Amazon Prime Video.

scritto da

Share

>