Loretta Goggi, 70 anni di talento: debitamente riconosciuto?

Autore

Categorie

Condividi

Parlare di Loretta Goggi è come fare un excursus sulla storia dello spettacolo italiano. Sin dalla prima edizione di Tale e Quale Show, la vediamo sullo scranno della giuria, sempre lì, puntuale, presenza fissa del programma, oltre ovviamente al conduttore, Carlo Conti. Negli anni cambiano i compagni di cordata, ma la Goggi è lì, a dire la sua sulle performances dei concorrenti.

Con piglio schietto e deciso esprime il suo sentire, si emoziona visivamente laddove un’esibizione colpisce la sua sensibilità. Così come giudica severamente se non percepisce alcuna emozione, pur facendolo con il sorriso. O bianco o nero, non induce verso gratuite adulazioni. Si presenta come una persona sensibile, contemporanea, qualche volta sofisticata, a tratti altera, quasi a voler vestire i panni da diva del tempo che fu. Un’artista poliedrica che nella sua lunga carriera ha spaziato con successo in vari ambiti dello spettacolo. Dalla musica alla televisione, dal teatro al cinema, al doppiaggio.

Loretta Goggi prima di Tale e Quale Show

La ridanciana giudice di Tale e Quale Show vanta un palmarès pregno di successo e di primati. Enfant prodige della televisione, dove, ancora bambina, debutta nello sceneggiato Sotto Processo. Sin da piccola, si fa apprezzare per le sue mille sfaccettature. Sua la voce del canarino Titti, il famoso cartone animato in cui ha avuto come compagno di lavoro il grande Gigi Proietti, doppiatore del Gatto Silvestro. Vari sceneggiati della TV l’hanno vista protagonista, uno su tutti La Freccia Nera, che le consegnerà una grande popolarità.

Loretta Goggi diventa una presenza rassicurante in tanti programmi del piccolo schermo. I varietà del sabato sera la consacrano anche imitatrice di fine talento. Le sigle delle sue trasmissioni, da lei cantate, diventano hit.

La partecipazione al Festival di Sanremo 1981 in veste di cantante, poi, la vede sul podio al secondo posto con Maledetta Primavera, ancora oggi un cult della musica leggera italiana. È stata la prima donna a condurre un quiz con Loretta Goggi in Quiz e la prima donna a condurre il Festival di Sanremo.

Artista di talento

Pluripremiata per i suoi successi televisivi, vanta anche diversi dischi d’oro e di platino. Una grande artista di talento, di classe, amata e qualche volta criticata. Nel 2007, durante Miss Italia 68, al culmine di un litigio col sodale Mike Bongiorno, abbandona il palco per una polemica riguardante i minuti che quest’ultimo le aveva sottratto.

Bizze da diva? Momenti personali difficili? La querelle ebbe molto rumore e la Goggi ne uscì malconcia. Fu bersaglio di critiche da quella stampa che, fino a quel momento, l’aveva osannata. Un grande talento, però, va sempre perdonato e quella brutta caduta non scalfisce la sua professionalità né l’amore del suo pubblico.

Torna in auge per il festeggiamento dei suoi cinquant’anni di carriera a I migliori anni, di Carlo Conti, che la recluta come giurato nella prima stagione di Tale e Quale Show e ne diventa presenza illuminante e preziosa.

Il ritorno al cinema e alle fiction

Grazie a questo programma, viene restituita al suo pubblico l’ex enfant prodige della TV. L’artista che, tra un giudizio e l’altro, qualche volta, per pochi secondi, riveste i panni dell’imitatrice che fu. Dopo cinquant’anni e più di carriera, la Goggi ha anche rispolverato le armi della sua professione come attrice ed ecco che la si ritrova al cinema in varie pellicole, come Pazze di me di fausto Brizzi. Ritorna alle fiction in Un’altra vita con Vanessa Incontrada, Sorelle di Cinzia TH Torrini, Come fai sbagli con Daniele Pecci.

Come dire, la bravura e la professionalità, se ci sono, e nel caso della Goggi sono ampiamente ravvisate e consolidate, permangono e rifulgono anche dopo mezzo secolo sulle scene. Lo scorso 29 settembre ha compiuto 70 anni. Ci si aspettava uno speciale in suo onore, che purtroppo non è arrivato. Si spera che la Rai corra ai ripari il prima possibile.

scritto da

Share