Lo sciopero Rai del 13 settembre blocca il debutto della nuova stagione

Autore

Categorie

Condividi

Primo giorno di scuola rimandato a domani per i programmi Rai a causa dello sciopero sindacale. Ecco, dunque, che Rai 1 e Rai 2 si vedono costrette a spostare il debutto televisivo della stagione 2021-2022, previsto per lunedì 13 settembre, a martedì 14.

L’annuncio dello sciopero era già stato ufficializzato nelle scorse settimane e la probabilità di problemi alla normale trasmissione dei programmi era nell’aria. In occasione della conferenza stampa de I Fatti Vostri tenutasi venerdì 10 settembre, Michele Guardì si era detto pronto a partire con la nuova stagione, ‘nel rispetto di tutte le sigle sindacali’. Una frase giusta e diplomatica, che alla luce degli eventi odierni fa pensare a un’adesione più che coesa.

A subire lo slittamento è proprio il programma di Michele Guardì. I Fatti Vostri 2021-2022 partirà, dunque, martedì 14. Stessa sorte per Unomattina e Storie Italiane su Rai 1, andati in onda con una puntata ‘Il meglio di’ e un serpentone in sovrimpressione che dà appuntamento a domani.

L’agitazione sindacale riguarda i centri di produzione di Roma, dunque E’ sempre mezzogiorno e Detto Fatto sono salvi. Ancora in bilico, al momento in cui scriviamo, la prima puntata di Oggi è un altro giorno e La vita in diretta.

Al di là delle ragioni sacrosante dei lavoratori Rai ci si chiede: è normale che venga indetto uno sciopero proprio il primo giorno della nuova stagione televisiva? Non si è stati in grado di trovare un accordo prima della partenza? Cosa accadrebbe se, d’ora in poi, gli scioperi fossero indetti al debutto di importanti produzioni?

La questione è spinosa e certamente di non facile risoluzione, ma per la Rai è l’ennesima gatta da pelare.

scritto da

Share