Il cinema, X Factor, Latina e C’hai ragione tu: l’anno d’oro di Emma Marrone

Autore

Categorie

Condividi

‘Come nelle favole’ scriveva Emma Marrone qualche settimana fa su Instagram. E di favole in questi ultimi mesi ne ha vissute diverse e altre continua a viverne. Sei album, decine di dischi di platino, due Festival di Sanremo di cui uno vinto (Non è l’inferno, 2012), svariati programmi televisivi, collaborazioni con i grandi della musica italiana. Favole condensate in dieci anni di carriera.

Un decennio vissuto costruendo un rapporto diretto con i fan e, soprattutto, con i detrattori. Tanti, forse troppi, che le hanno cucito addosso l’etichetta di ex concorrente di Amici e che per diverso tempo ha rischiato di offuscarne i successi. Emma Marrone, però, è andata avanti per la propria strada e, dopo tanta semina, è arrivato finalmente il raccolto.

Dal cinema al successo di Latina

A settembre 2019 annuncia l’album Fortuna, preceduto dall’uscita dell’omonimo singolo scritto da Vasco Rossi. Poco dopo, lo stop per un problema di salute. Operazione, riposo e poi un nuovo capitolo. Il 2020 apre davvero una nuova fase per la carriera della cantante salentina. Un nuovo capitolo costellato di successi uno dietro l’altro. A febbraio il debutto al cinema con Gli anni più belli, film di Gabriele Muccino con un cast di tutto rispetto: Pierfrancesco Favino, Micaela Ramazzotti, Claudio Santamaria, Kim Rossi Stuart.

A maggio, Netflix lancia il teaser de La vita bugiarda degli adulti. La voce narrante è proprio la Marrone. Il 28 agosto esce Latina, una ballad fresca e ritmata, scritta da Dario Faini, Edoardo D’Erme e Davide Petrella, con cui scala le classifiche e si piazza al primo posto delle canzoni più trasmesse dalle radio.

La collaborazione con Gianni Bismark

Il 2 ottobre esce C’hai ragione tu, incisa insieme a Gianni Bismark. Una canzone d’amore in romanesco, che colpisce dritto al cuore e ci rimane.

Emma Marrone a X Factor 2020, una scommessa vinta

Last, but not least, è giudice di X Factor 2020 insieme a Manuel Agnelli, Mika e Hell Raton. Un ruolo impegnativo, non facile, per nulla scontato, in una edizione ancora più difficile. Già durante le Auditions ha dato ampia dimostrazione della propria competenza musicale e, soprattutto, della caratura umana. Si emoziona, si arrabbia, si diverte senza paura di mostrarsi per quello che è. Tra una lacrima per un’esibizione intensa e un rimprovero per chi non prende sul serio quel palco, dice ciò che pensa e si lascia andare.

X Factor è l’ultima tappa di un percorso professionale importante, che adesso trova finalmente la consacrazione. Emma non è più la ragazzina con una valigia piena di sogni, che deve sgomitare per farsi strada ed essere ascoltata. È un’artista che cresce traguardo dopo traguardo e lo dimostra con i fatti. Di recente ha annunciato ulteriori progetti che verranno svelati prossimamente e c’è da aspettarsi che il raccolto per il 2020 non sia affatto terminato. In barba ai pregiudizi.

 

Photo credits: Ufficio Stampa Sky 

scritto da

Share