Iva, Orietta, Ornella: splendide ottantenni alla riscossa

Autore

Categorie

Condividi

Viviamo in un momento in cui la musica italiana è gremita di cantanti – forse anche troppi – tutti troppo simili tra loro, a volte è difficile riconoscerli per uno spiccato stile. Ciascuno si sente diverso dagli altri e, tranne pochissimi, hanno tutti in comune la probabilità di diventare meteore nel giro di alcuni anni.

Nell’avvicendamento rutilante di tanti giovani cantanti nel panorama musicale, fa notizia la pubblicazione di nuovi album da parte di artisti con cinquant’anni di carriera e più alle spalle. Se la matematica non è un’opinione, come dire, le cantanti ottantenni – o giù di lì – vanno alla riscossa. Negli ultimi mesi assistiamo alla rinascita o conferma di artiste che con leggiadria portano avanti il loro percorso musicale lungo tanti decenni.

Cantanti ottantenni alla riscossa

Ornella Vanoni, Iva Zanicchi e Orietta Berti, 77 anni, la più giovane delle tre. Tre artiste accomunate da una lunga carriera fatta di successi e riconoscimenti, tre stili diversi avvalorati da grandi doti canore. E non solo.

Le nostre hanno, infatti, rivelato la loro versatilità in ambiti diversi dalla musica, sia al cinema e a teatro sia in televisione. E proprio sul piccolo schermo danno, tuttora, prova della loro ironia e autoironia in programmi che le vedono spesso come ospiti. Professioniste che hanno reso grande la musica italiana e artiste capaci di mettersi in gioco a un’età in cui si pensa all’oblio.

Ornella Vanoni

Ornella Vanoni, all’alba delle sue 86 primavere, ha inciso Unica, un album di inediti che ha riscosso successo di critica e pubblico, piazzandosi al terzo posto nella classifica delle vendite. Per questo disco si è fregiata della collaborazione di alcuni nomi talentuosi della discografia, come Francesco Gabbani e Giuliano Sangiorgi.

Da non perdere le sue ospitate nei vari programmi televisivi, dove dà il meglio di sé lasciandosi andare a giudizi ironici, qualche volta sopra le righe, ma con la libertà che si concede chi ‘a quell’età non ha nulla da perdere’.

Orietta Berti

Orietta Berti, l’usignolo di Cavriago, la cantante che da Tu sei quello, passando per Finché la barca va a Io, tu e le rose, ha conservato quella voce melodiosa che contraddistingue il bel canto. Al Festival di Sanremo 2021 targato Amadeus riscuote successo col brano Quando ti sei innamorato, classificandosi al nono posto. Brano che è racchiuso nel nuovo album di inediti La mia vita è un film, uscito subito dopo la kermesse festivaliera.

Da sempre bazzica sul piccolo schermo, sia in Rai che sulle reti Mediaset, da Domenica In su Rai 1 a Buona Domenica su Canale 5. Onnipresente in tutti i programmi condotti da Fabio Fazio – da Quelli che il calcio, in cui faceva l’inviata speciale, per arrivare ai giorni nostri con Che tempo che fa, al tavolo con le sue schiette opinioni – è diventata una vera e propria icona.

Iva Zanicchi

Iva Zanicchi, l’aquila di Ligonchio, grande cantante che, grazie alla sua voce, ha spaziato tra i vari generi musicali e definita, ai tempi, l’Amalia Rodriguez italiana. La si più definire cantante impegnata, infatti nella sua carriera ha cantato testi di Giusppe Ungaretti, del compositore greco Mikis Theodorakis, di Charles Aznavour. Unica grande cantante di musica leggera a essersi esibita al Teatro Regio di Parma, luogo sacro della musica lirica.

E’ un’artista eclettica con una spiccata vis comica e una grande ironia che ha mostrato nei tanti programmi televisivi, da Buona Domenica a All Together Now, passando per OK! Il prezzo è giusto, di cui resta la storica indimenticabile conduttrice.

Oggi è presente in TV in qualità di opinionista a L’Isola dei Famosi, condotta da Ilary Blasi, e a Venus Club, insieme a Mara Maionchi, altra infaticabile ottantenne. Anche Iva ha rispolverato le sue doti canore incidendo un singolo, Amore mio malgrado, cui seguirà in autunno un album di inediti firmati Cristiano Malgioglio.

Rita Pavone e Mara Maionchi

A queste artiste potremmo aggiungere Rita Pavone e spostandoci, ma non troppo, dalla musica, anche Mara Maionchi. Rita Pavone, 75 anni, al Festival di Sanremo 2020 ha avuto la conferma che, se un’artista è grande, non viene scalfita dal tempo. Si è presentata sul palco presentato la canzone Niente (Resilienza 74), ben accolta da critica e pubblico. Si è esibita mostrando una verve e una vitalità fuori dal comune, nonostante le sue primavere, conservando la stessa spigliatezza dai tempi di Stasera Rita, il varietà del sabato sera da lei condotto negli anni 60.

Infine troviamo Mara Maionchi, 80 anni. E’ vero, non è una cantante, ma in qualche modo è strettamente connessa alla musica. La Maionchi è una delle più grandi produttrici discografiche italiane. Lavorava dietro le quinte, non era popolare. E’ diventata personaggio televisivo nel 2008, allorquando le viene proposto di diventare giudice a X Factor. Da lì si assiste alla nascita di un personaggio che, da subito, viene ben accolto dal pubblico.

E’ tranchant, schietta, non le manda a dire, simpatica anche quando a volte il suo linguaggio rasenta sponde un tantino scurrili. Veste i panni di giudice anche a Italia’s Got Talent. Da poco si è concluso il comedy show su Prime Video LOL – Chi ride è fuori, in cui ha affiancato Fedez. E’ conduttrice radiofonica e testimonial. Come dire, non si fa mancare nulla, nonostante l’età.

La marcia in più delle cantante ottantenni

Queste ottantenni sono accomunate da un denominatore comune, ovvero una grande professionalità che quando c’è non consce tempo. Lo scorrere degli anni non le scalfisce, anzi, indossano la loro età con eleganza e leggerezza, diventando sprone per tanti loro coetanei e non solo.

scritto da

Share