Rocco Casalino a Propaganda Live, l’ex portavoce torna in TV

Autore

Categorie

Condividi

Chiusa una porta si apre un portone, un detto che ben si addice a Rocco Casalino. L’ex portavoce dell’ex Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha fatto la sua prima apparizione televisiva a Propaganda Live, il programma del venerdì sera di La7 condotto da Diego Bianchi, in arte Zoro.

L’intervista avviene nel cuore di Roma, tra i vicoli che circondano i palazzi del potere. Per Zoro l’occasione è ghiotta per porgere una serie di domande sul futuro di Rocco Casalino. Rimarrà in politica? Tornerà in televisione? Il botta e risposta si apre con un colpo di genio del conduttore: la sigla del Grande Fratello, ça va sans dire.

Casalino si presta al gioco, complice forse l’uscita della sua autobiografia, Il portavoce, un titolo che promette bene. Un libro da cui ci si aspetta il racconto di tutti i retroscena della presidenza Conte e un racconto dettagliato della sua scalata nelle affollate stanze dei bottoni.

In merito alla copertina un pizzico eccentrica (Casalino siede su una poltrona che assomiglia a un trono), risponde: ‘E’ ironica. Vengo massacrato, fatemi ironizzare’. L’ironia fa da fil rouge a tutta l’intervista. L’ex portavoce si dice ‘ubriaco di libertà’ e specifica di parlare a titolo personale. ‘Ho un ritmo più tranquillo, prima erano folli. Stare dietro a Conte che lavorava 23 ore al giorno…io non mi reggevo in piedi. Una volta a Bruxelles ha saltato una notte, abbiamo dormito sulle sedie’.

Rocco Casalino tra politica e Grande Fratello

Poi specifica: ‘Parlo da ex portavoce, non da ex della politica’. Questa affermazione fa pensare che Rocco Casalino continuerà a frequentare le stanze dei bottoni. E la televisione? La ringrazia o la rinnega?

‘Parlo a nome mio perché sono vent’anni che mi nascondo e ci tengo a dire una cosa mia. Mi sono iscritto al movimento, mi hanno detto: ‘Tieniti basso, nasconditi, e l’ho fatto per otto anni, però la mia immagine è quella di un cogl***e di vent’anni fa’. Nell’immaginario collettivo l’ex portavoce resta ‘Rocco del Grande Fratello’. Un’etichetta difficile da togliere, proprio perché quel Grande Fratello ha completamente rivoluzionato la televisione e la comunicazione.

Tra slogan politici, attaccamento alle poltrone e crisi del Movimento 5 Stelle, l’intervista di Zoro è il ‘confessionale’ di Casalino, come Zoro stesso la definisce. In effetti, è la prima volta che ‘Rocco del GF’ si mostra alle telecamere dopo l’esperienza a Palazzo Chigi.

Quale sarà adesso il suo futuro, dunque? Di certo, se la politica dovesse lasciarlo ai margini e Casalino decidesse di tornare sul piccolo schermo, il pubblico non rimarrebbe sorpreso. Del resto, il connubio politica e televisione è sempre più stretto e si assiste spesso a un viavai di addetti ai lavori della politica tra Parlamento e salotti tv. Volenti o nolenti, una conseguenza di quel Grande Fratello, quello che Rocco Casalino oggi vorrebbe forse rinnegare.

scritto da

Share