Viaggio nella grande bellezza chiude, Canale 5 in crisi d’identità

Autore

Categorie

Condividi

Cesare Bocci sta a Canale 5 come Alberto Angela sta a Rai 1. Le loro strade si incrociano con Viaggio nella grande bellezza, l’alternativa Mediaset a Ulisse. Il paragone potrebbe sembrare azzardato, invece il programma di Bocci dedicato al patrimonio storico-artistico italiano non ha nulla da invidiare a quello firmato da Angela.

Chiusura anticipata

Viaggio nella grande bellezza è alla sua seconda edizione e la stagione corrente ha debuttato il 29 dicembre. Martedì 19 gennaio in prima serata va in onda la puntata dedicata a Firenze, Milano e Leonardo Da Vinci. Purtroppo gli ascolti non hanno premiato la scommessa di Mediaset, che propende per la chiusura anticipata del programma, rinunciando alle ultime due puntate.

Cesare Bocci credibile nel ruolo di divulgatore

Viaggio nella grande bellezza è un prodotto pregevole. Cesare Bocci veste i panni di divulgatore e riesce nel suo intento. L’attore, infatti, è credibile nel suo ruolo e si fa narratore di un pezzo di storia importante. Se volessimo muovere una critica, riguarderebbe la durata, perché due ore e mezza di messa in onda sono un po’ troppe. Talvolta, less is more.

viaggio nella grande bellezza canale 5 roma

Un’alternativa all’offerta Rai

La scelta di proporre un’alternativa all’offerta Rai non è sbagliata, nonostante i risultati non eccellenti. Vi è da dire che un prodotto di questo genere potrebbe risultare scollato dal palinsesto di Canale 5, da anni focalizzato su reality show, fiction deboli e talk show leggeri.

Canale 5 e la crisi d’identità

Nonostante ciò, è nei momenti di crisi che bisogna sperimentare. E insistere, perché il pubblico va fidelizzato. Ciò avviene, però, se ci si dà del tempo, non se si abbandona il campo ancora prima che la battaglia abbia inizio.

Viaggio nella grande bellezza, così come le nuove fiction Mediaset, possono segnare un nuovo corso per Cologno Monzese. Quantomeno possono contribuire a rimpolpare il palinsesto di una rete in crisi d’identità, da troppo tempo ormai arenata su format apparentemente sicuri che per anni hanno garantito ottimi ascolti.

Come in tutte le cose, vi è il rovescio della medaglia. Parecchi di quei format ‘sicuri’ hanno iniziato a perdere pubblico, dunque perché non pensare ad ampliare il proprio ventaglio? Viaggio nella grande bellezza non potrà mai spodestare Ulisse dall’Olimpo dei programmi roccaforte della Rai, ma potrebbe esserne una valida alternativa.

Il Grande Fratello VIP, Live – Non è la D’Urso, Daydreamer sono titoli sicuri per Canale 5, ma una cosa non esclude l’altra. L’intrattenimento ha molteplici sfaccettature e non tutti – per fortuna! – sono interessati solo alle vicende di Can Yaman e colleghi. Oltre alle soap e al trash c’è di più.

scritto da

Share